Archivio

Post Taggati ‘riconoscimento’

Diritti e riconoscimento culturale dei Rom/Sinti

31 Maggio 2007 Commenti chiusi

Dal IX Seminario Nazionale Opera Nomadi, la relazione del gruppo "Diritti". Da una introduzione sullo "Stato" di istituzionale discriminazione ad una serie di proposte per il riconoscimento e l‘effettiva acquisizione dei diritti delle popolazioni Rom/Sinte. A partire dalla priorità della regolarizzazione e dallo smantellamento dei "campi nomadi", per il riconoscimento della identità culturale. La questione diritti va inserita in una politica complessiva che favorisca l‘integrazione dei Rom/Sinti. A partire da un Ufficio Governativo Nazionale, con mediatori culturali Rom/Sinti, che coordini gli interventi su: Habitat, Lavoro, Sanità, Scuola, Diritti, Rappresentazione culturale.

DA DOVE VIENE IL DOSSIER
Il dossier, approvato dal IX Seminario Nazionale, proviene dall‘e-sperienza quarantennale Opera Nomadi sul territorio: 30 sezioni in tutta Italia. Da quattro Seminari nazionali sull‘Habitat per i Sinti, da nove Seminari Nazionali su tutte le tematiche per favorire l‘inte-grazione dei Rom/Sinti, da conferenze, dibattiti e coordinamenti regionali, da buone proposte delle sezioni, da buone proposte istituzionali, da un confronto aperto a tutti anche attraverso la circolare telematica dell‘Opera Nomadi, Romano Lil.

IL CONTESTO
Il dossier Diritti fa parte del Rapporto Programmatico Opera Nomadi 2007: Proposte di politica nazionale riguardanti lo sviluppo e l‘autosviluppo delle popolazioni Rom/Sinte.
Un rapporto suddiviso in differenti aree tematiche, Habitat
- Lavoro – Scuola – Sanità – Diritti, per favorire l‘integrazione dei Rom/Sinti. A partire dal riconoscimento di minoranza etnico-linguistica Europea come primo passaggio verso una Ri-conciliazione trans-nazionale verso i Rom/Sinti, per rimuovere le barriere, i pre-giudizi che hanno prodotto un "trattamento differenziale" ed una vera e propria de-umanizzazione di queste popolazioni. E dall‘istituzione di un Ufficio Governativo Nazionale, che si avvalga di mediatori Rom/Sinti, a coordinare gli interventi su tutto il territorio nazionale.

> IX Seminario Nazionale Opera Nomadi:
I ROM/SINTI E LE METROPOLI, Roma, 10 - 11 febbraio 2007

Prosegui la lettura…

Per il riconoscimento dei Rom/Sinti

30 Gennaio 2007 Commenti chiusi


Italia, 27 gennaio 2007. 19 sezioni Opera Nomadi hanno presentato alle competenti Prefetture una petizione indirizzata al Ministero dell?Interno per il riconoscimento dei Rom/Sinti: A- Integrazione del ?Giorno della memoria? a Rom/Sinti, disabili, omosessuali, testimoni di Geova; B- Riconoscimento dei Rom/Sinti come minoranza etnico-linguistica. Questa petizione è il grande significato politico della commemorazioni del ?Porrajmos? anno 2007: l?Opera Nomadi si fa nazione con una proposta politica che indica memoria di presente e traccia legami di appartenenza e di riconoscimento sociale nel territorio.

I DUE PUNTI DELLA PETIZIONE
A- INTEGRAZIONE LEGGE 211 GIORNO DELLA MEMORIA
Con l?inserimento nella stessa de: ?popolo dei Rom/Sinti, dei disabili, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova?.

B- RICONOSCIMENTO dei Rom/Sinti come minoranza etno-linguistica in dettato alla legge 15 dicembre 1999, n. 482: ” Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche “.

LE SEZIONI CHE HANNO ADERITO ALL?INIZIATIVA
Vicenza ? Rovigo – Padova -Treviso – Ferrara – Modena – Pistoia ? Pisa – Firenze – Abruzzo ? Latina ? Frosinone ? Roma – Caserta ? Cosenza – Foggia – Bari – Reggio Calabria – Palermo e Rimini (gruppo referente).

RIMINI
Stamane alle ore 9,00 mi sono recata in Prefettura e ho consegnato personalmente la petizione per la 211 e la 482 al Capo di Gabinetto. Abbiamo avuto un interessante colloquio. Mi ha chiesto di metterlo al corrente di eventuali novità e si è messo a disposizione per qualsiasi aiuto. Gli ho fatto presente della possibilità di insediamenti Rom-rumeni anche in zona. In Prefettura non risultano, ma ci sono.
Rita Filippo, Referente Opera Nomadi Rimini

TREVISO
Alle ore 10 di sabato 27, io, Renzo e due amici del ?campo nomadi? di Tv siamo stati ricevuti dal Capo di Gabinetto dott. Campanaro, con il quale abbiamo avuto un breve colloquio. Il dott. Campanaro ci ha prospettato la possibilità che 1/2 rappresentanti dell ‘O.N. facciano parte del Consiglio territoriale per l?Immigrazione istituito presso la Prefettura di Treviso.
Domenico Trovato, Opera Nomadi Treviso

PISA
Sabato 27 gennaio ci siamo recati in delegazione in Prefettura per consegnare copia della richiesta di modifica della lg.211 e 482. Siamo stati accolti dalla dott.sa Piccolo, l’incontro si è protratto per circa mezz’ora durante la quale oltre ad illustrare le questioni relative al giorno della memoria, e alla richiesta di modifica che la dott.sa Piccolo si è impegnata ad inoltrare immediatamente al Ministero degli Interni, abbiamo illustrato la costituzione a Pisa dell’Associazione, le finalità e alcuni aspetti delle situazioni che stiamo seguendo a Pisa. Con noi c’era anche un socio sinto della nostra associazione.
Michela, Opera Nomadi Pisa.

REGGIO CALABRIA
Oggi 27 gennaio 2007 alle ore 10,00 una delegazione della Sezione Opera Nomadi di Reggio Calabria composta da 14 persone (volonta-rie del servizio civile e operatori), che hanno portato con sè la ban-diera Rom, ha consegnato al Capogabinetto della Prefettura di Reg-gio Calabria, D.ssa Nicolò, la petizione per l’integrazione delle leggi 211/2000 e 482/1999. La D.ssa Nicolò ha apprezzato l’iniziativa na-zionale e si è impegnata a comunicare al Prefetto la nostra richiesta.
Giacomo Marino, Opera Nomadi Reggio Calabria

LATINA
Sabato 27 Gennaio 2007, in occasione della Giornata della Memoria, una delegazione composta da Adele Bevacqua Cambon, referente locale dell?Opera Nomadi, Paolo Gruppuso Operatore del servizio ci-vile nazionale, e i rappresentanti della locale comunità di Rom Rume-ni, e della comunità di Sinti, si sono recati in prefettura dove sono stati ricevuti dal Prefetto alle ore 9.30. La delegazione ha presentato la petizione, promossa dall?Opera Nomadi Nazionale, per integrare la legge 211 sulla giornata della Memoria e per il riconoscimento dei Rom/Sinti come minoranza etno-linguistica in dettato alla legge 15 dicembre 1999. Abbiamo illustrato al Prefetto la situazione attuale della comunità dei rom e sinti presenti in città; lo stesso sembra aver apprezzato l?iniziativa nazionale.
Opera Nomadi gruppo di Latina

CONFERENZA-STAMPA E DISEGNO DI LEGGE 726
La conferenza-stampa per illustrare l?iniziativa nazionale dell?Opera Nomadi sarà fatta il 9 febbraio in occasione del IX Seminario Nazionale dell?Associazione. Il 9 febbraio alle ore 12 in Senato a Roma per presentare anche il disegno di legge n.726, sponsorizzato caldamente dall?Opera Nomadi dopo il precedente del senatore Livio Togni, per la modifica della legge 211 del ?Giorno della memoria?.

SENATO DELLA REPUBBLICA
???? XV LEGISLATURA ????

N. 726 DISEGNO DI LEGGE d?iniziativa dei senatori:
Valpiana, Sodano, Malabarba, Russo Spena, Maccanico, Donati, Soliani, Bellini, Alfonzi, Bonadonna, Capelli, Confalonieri, Emprin Gilardini, Giannini, Martone, Nardini, Palermo, Ripamonti, Silvestri, Tecce, Tibaldi, Turigliatto e Vano

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GIUGNO 2006
????
Modifica alla legge 20 luglio 2000, n. 211,
recante l?istituzione del Giorno della memoria
????
Onorevoli Senatori. ? Il «Giorno della memoria», istituito con legge 20 luglio 2000, n. 211, si propone di ricordare gli orrendi crimini attuati dai nazisti, complice il governo fascista italiano. La deportazione di milioni di persone verso i campi di sterminio, la loro atroce sofferenza e l?orrenda morte a cui sono stati sottoposti non possono essere dimenticati. Il Giorno della memoria prevede infatti iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici.
Con questo disegno di legge intendiamo ricordare anche altri gruppi che hanno subìto le stesse deportazioni e lo sterminio, le vittime di discriminazioni etniche, sessuali, sociali e religiose: parliamo dei rom e sinti, degli omosessuali, dei disabili, dei testimoni di Geova. Per non dimenticare anche queste vittime del nazi-fascismo, riteniamo sia doveroso integrare la legge che istituisce il Giorno della memoria nominando le altre forme di discriminazione che non sono state esplicitamente inserite nel testo. Farne apposita menzione vuoi dire riconoscerli, farli vivere nella memoria e contribuire, anche in questo modo, al superamento delle forme di razzismo che ancora oggi vedono questi gruppi sociali vittime di discriminazioni di matrice razzista.

DISEGNO DI LEGGE
Art. 1.
1. Alla legge 20 luglio 2000, n. 211 sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all?articolo 1, dopo le parole: «cittadini ebrei» sono inserite le seguenti: «degli appartenenti al popolo dei rom-sinti, degli omosessuali, dei disabili, dei testimoni di Geova,»;
b) all?articolo 2, dopo le parole: «popolo ebraico» sono inserite le seguenti: «al popolo dei rom-sinti, agli omosessuali, ai disabili, ai testimoni di Geova».
2. Il titolo della legge 20 luglio 2000, n. 211 è sostituito dal seguente: «Istituzione del ?Giorno della memoria? in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni nei campi nazisti».

Riferimenti: Manifestazioni Porrajmos 2007

Categorie:Senza categoria Tag: ,