Home > Argomenti vari > Napoli: Carabinieri con manganelli al villaggio Rom

Napoli: Carabinieri con manganelli al villaggio Rom

28 Dicembre 2007

Napoli, 28 dicembre. Questa mattina un nutrito gruppo di Carabinieri, manganelli alla mano, ha fatto irruzione nel Villaggio Rom comunale delle Cinquevie di Caivano. Undici persone sono state poste in stato di fermo con la scusa dell’ordine pubblico.
E’ da tempo che l’Opera Nomadi Napoli prova a contattare l’Amministrazione di Caivano per la ripresa delle attività sociali che nei passati anni hanno coinvolto positivamente la comunità rom del Villaggio.
Tutto quanto si è ottenuto è l’intervento massiccio ed immotivato della forza pubblica che mai e poi mai può sostituirsi al valore della scuola e del dialogo sociale.
L’Opera Nomadi chiede di essere ricevuta, insieme ai rappresentanti delle famiglie rom, direttamente dal Sindaco di Caivano per la messa a punto di un piano sociale concreto a favore dei rom, in particolare i minori, del Villaggio.

> CAIVANO: GAZZELLE DEI CARABINIERI INVECE CHE SCUOLABUS
Comunicato stampa del 28 dicembre 2007

Questa mattina un nutrito gruppo di Carabinieri, manganelli alla mano, ha fatto irruzione nel Villaggio Rom comunale delle Cinquevie di Caivano – NA.
Undici persone sono state poste in stato di fermo con la scusa dell’ordine pubblico, pretesto particolarmente chiamato in causa quando si tratta di Rom, degli ultimi, degli emarginati per definizione e pura fatalità, proprio oggi il Governo ha varato il nuovo decreto sulla sicurezza.
L’Opera Nomadi esprime indignazione per questa inutile dimostrazione di muscoli dai toni palesemente razzistici:abbiamo serie e motivate ragioni per farlo.
E’ da tempo che si prova a contattare l’Amministrazione di Caivano per la ripresa delle attività sociali che nei passati anni hanno coinvolto positivamente la comunità rom del Villaggio.
Si è chiesto un supporto alla scolarizzazione degli oltre trenta minori rom che per due anni, e fino al maggio 2006, hanno regolarmente frequentato le scuole locali; s’è chiesto il rinnovo degli attestati di dimora, ormai da tempo scaduti, che rappresentano l’unico riconoscimento giuridico delle istituzioni ai nuclei familiari alloggiati.
Tutto quanto si è ottenuto è l’intervento massiccio ed immotivato della forza pubblica che mai e poi mai può sostituirsi al valore della scuola e del dialogo sociale.
Per questi motivi chiediamo di essere ricevuti, insieme ai rappresentanti delle famiglie rom, direttamente dal Sindaco di Caivano per la messa a punto di un piano sociale concreto a favore dei rom, in particolare i minori, del Villaggio.

Opera Nomadi Napoli
Per contatti : tel/fax 081 5443064 – 333 7314455

 

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 29 Dicembre 2007 a 0:02 | #1

    la prossima volta spero che andranno con fiorellini di campo appena colti e caramelle…..perchè come l’intelligente sa non si può far di tutta un erba un FASCIO!!

    mah…

I commenti sono chiusi.