Home > Argomenti vari > 18enne Rom Romena stuprata da connazionale a Milano

18enne Rom Romena stuprata da connazionale a Milano

26 Dicembre 2007

Milano 25 dicembre. Una 18enne rom rumena è stata stuprata, al rientro da una festa natalizia, da un suo connazionale nei pressi di un campo nomadi. Alla fine di una festa al campo rom di via Triboniano, intorno alle 22, la ragazza decide di tornare a casa da sola perché il marito si era ubriacato. E si avvia a piedi verso la sua baracca che si trova in un insediamento alla Bovisa dall’altra parte della città. Viene avvicinata da un connazio-nale che si offre di accompagnarla ma nei pressi di una baracca la aggredisce  e la violenta.
MILANO, 18ENNE ROM RUMENA STUPRATA DA CONNAZIONALE
E’ accaduto ieri sera nei pressi del campo nomadi di Triboniano
Apcom, 26 dicembre
Milano, 26 dic. – Una 18enne rom rumena è stata stuprata ieri sera da un suo connazionale nei pressi di un campo nomadi a Milano. Sul caso indaga la polizia, che sta cercando di dipanare alcuni elementi rimasti tuttora poco chiari.
A quanto è stato ricostruito dalla vittima, tutto ha origine durante una festa nel campo di via Triboniano, quando la 18enne rumena litiga con il marito che si è pesantemente sbronzato e decide, intorno alle 22, di tornare da sola, a piedi, nella sua baracca che si trova in un’area dismessa dall’altra parte della città, alla Bovisa. Nei pressi del campo viene avvicinata da un uomo, che la ragazza descrive come un suo connazionale tra i 20 e i 25 anni, che lei conosce di vista. Il giovane si offre di accompagnarla a casa, ma nei pressi di una baracca, prima le strappa un’orecchino, poi le sferra un violento pugno e infine la stupra.
La 18enne, irregolare, racconta poi che, consumata la violenza, i due si rimettono in cammino e poco prima dell’insediamento dove vive la giovane, lo stupratore si congeda e se ne va. A qual punto la donna, avverte prima il fratello e poi il marito, e intorno alle 3.30 di questa mattina chiama la polizia e denuncia l’episodio.

 

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
I commenti sono chiusi.