Home > Argomenti vari > Mantra dei Rom per (ogni) Natale

Mantra dei Rom per (ogni) Natale

24 Dicembre 2007

Il presepio anno 0 è un insediamento di fortuna, in una notte fredda. Il presepio anno 2007 è una campina, una tenda, una baracca di lamiera, un riparo di frasche e nylon. Se Cristo non si fosse fermato ad Auschwitz-Birkenau, nascerebbe oggi come Rom in questi presepi laici di tante Betlemme d’Italia e si chiamerebbe forse Ieshu, Jesuel, Sasha, ma più probabilmente, al femminile, Zanep, Seide, Almedina, Paula.

DAL PRESEPIO ANNO ZERO AL 2007
Il presepio anno 0 è una stalla, una grotta, un pernottamento di fortuna, in una notte buia e fredda. Alla periferia di un paese, in una Palestina, ai margini dell’Impero.
Il presepio anno 2007 è una "campina" a Milano, un container a Napoli, una tenda in riva al fiume o sotto un ponte aitostradale ogtni-dove, ognidove, una baracca di lamiera a Roma o a Torino, un riparo di frasche e nylon a Bologna: si trova e si vive in tante periferie di opulente città, in una Italia ai margini dell’Impero.
Se Cristo non si fosse fermato (ed arreso) ad Auschwitz-Birkenau (anche nel campo di sterminio e di fronte alle camere a gas gli "zingari" erano tenuti separati) nascerebbe oggi, come Rom/Sinto, negli insediamenti e nei "campi nomadi", in presepi laici di tante Betlemme d’Italia -che resteranno lì tutti i giorni, anche a Pasqua e perfino a Ferragosto, e si chiamerebbe forse Ieshu, Jesuel, Sasha, ma più probabilmente, nascerebbe femmina, e porterebbe nome nome Zanep, Seide, Almedina, Paula.

SE PUOI VEDERE GUARDA, SE PUOI GUARDARE OSSERVA
Ad osservare bene anche in questi presepi laici non mancano i genitori, le stelle, i pastori, né il bue e l’asinello, ma fra coloro ci sono anche i portatori di accoglienza dell’Opera Nomadi.

L’UNIVERSO ED IL MULTIVERSO
Nei "campi nomadi" del 2007 si celebra frequentemente la "natività", anche in giorni di-versi dal Natale Cattolico, Ortodosso, Copto, Islamico, Laico, Induista, Buddista, ma il significato è lo stesso, quello di riunirsi nella com-passione che alita l’universo. E lì sta il nostro "operare", per Noi dell’Opera Nomadi: quello di preservare l’umanità.
Perché l’Umanità è l’Universo che prende coscienza di se stesso.
Senza soluzione di continuità: dal Big Bang al Big Crunch.
(Dalla nascita al collasso).

IL BUE, L’ASINELLO, L’OPERA NOMADI E ROMANO LIL
- Muuu, muhuu, – fa il bue – buon Natale per chi ci crede!
- Hiii, hi-ho, – ribatte l’asino – felice anno nuovo!
- Baktalò drom! – augura l’Opera Nomadi.
- Anda smanda Opera Nomadi! – esorta Romano Lil.

Categorie:Argomenti vari Tag:
I commenti sono chiusi.