Home > Argomenti vari > Veltroni, lo sfascia baraccopoli urbano

Veltroni, lo sfascia baraccopoli urbano

8 Dicembre 2007

Ubi solitudinem faciunt, pacem appellant: laddove fanno il deserto la chiamano pace. E magari progetto di integrazione sociale. (Tacito, da De Vitae Agricolae, anno 98)

CONFERENZA STAMPA
Roma, 6 dicembre. In una conferenza stampa il sindaco Veltroni ha presentando i dati sugli interventi di sgombero e riqualificazione degli insediamenti abusivi nella Capitale accompagnato dal questore di Roma, Marcello Fulvi, dal comandante dei vigili urbani, Angelo Giuliani e dagli assessori alla sicurezza del Comune, Jean Leonard Touadì, e della Regione Lazio, Raffaele Fichera:
"Tra il 2001 e il 2007 abbiamo fatto interventi su circa 15mila nomadi e, nel solo 2007, – ha spiegato il Sindaco – tra gennaio e novembre, gli interventi di sgombero e riqualifica-zione hanno interessato circa 6000 persone con 995 manufatti demoliti".
6000 persone evacuate delle quali solo 900, però, ospitate nei Centri di accoglienza.
Sono stati 35 gli interventi di maggiore rilevanza e l’80% ha riguardato insediamenti abusivi di immigrati ed ha comportato la demolizione di manufatti e interventi di bonifica.
L’obiettivo è quello di bonificare tutti i campi nomadi del territorio del Comune di Roma entro aprile-maggio del 2008.
Da Veltroni è arrivato pure un sostanziale stop al progetto dei "villaggi della solidarietà", i quattro mega campi da mille persone per accogliere i rom fuori del Raccordo Anulare previsti dal patto per la sicurezza firmato col Ministero dell’Interno lo scorso 18 maggio.

> Veltroni presenta gli interventi sulla sicurezza effettuati nel corso dell’anno
Una conferenza con le forze dell’ordine per illustrare i dati degli sgomberi: 6.000 evacuati e 995 manufatti demoliti. Nell’ultimo mese diminuiti gli arrivi dai Paesi neocomunitari
ImmigrazioneOggi, 7 dicembre

Il sindaco di Roma, Walter Veltroni, ha incontrato la stampa per fare il punto sulla questione sicurezza a Roma ad un mese dal tragico omicidio di Giovanna Reggiani.
Secondo il primo cittadino "c’è la percezione che il flusso di persone provenienti a Roma dai Paesi neocomunitari sia diminuito: la gente va via spontaneamente, grazie anche ai rimpatri assistiti che organizza il Comune di Roma".
Veltroni ha presentando i dati sugli interventi di sgombero e riqualificazione degli insediamenti abusivi nella Capitale accompagnato dal questore di Roma, Marcello Fulvi, dal comandante dei vigili urbani, Angelo Giuliani e dagli assessori alla sicurezza del Comune, Jean Leonard Touadì, e della Regione Lazio, Raffaele Fichera.
Tra gennaio e novembre 2007 gli interventi di sgombero e riqualificazione degli insedia-menti abusivi nel territorio romano hanno interessato circa 6.000 persone con 995 manufatti demoliti.
Sono stati 35 gli interventi di maggiore rilevanza e l’80% ha riguardato insediamenti abusivi di immigrati ed ha comportato la demolizione di manufatti e interventi di bonifica.
"Abbiamo fatto un lavoro gigantesco, senza precedenti – ha commentato Veltroni ringraziando le forze dell’ordine – risolvendo situazioni che si protraevano da più di 30 anni, come Vicolo Savini, Residence Roma e Laurentino 38".
Dal Sindaco è arrivato anche un sostanziale stop al progetto dei "villaggi della solidarietà", i quattro mega campi per accogliere i rom al di fuori del Raccordo Anulare previsti dal patto per la sicurezza firmato con il Ministero dell’Interno. "Non necessariamente si dovranno fare altri siti – ha detto il primo cittadino – se sarà necessario farli, ce ne assumeremo le responsabilità. Ma se, come speriamo, sarà possibile lavorare con la riorganizzazione interna sarà meglio per tutti".
Un passo indietro dovuto principalmente alle difficoltà incontrate dalla commissione prefettizia ad individuare i siti degli insediamenti "si è riunita sette volte. Hanno fatto perlustrazioni in elicottero, hanno individuato delle aree e quando si iniziava a ragionare su un’area possibile improvvisamente emergeva un comitato che si metteva di traverso".
(Al. Col.)

- Sui campi rom il gioco dei 4 cantoni
ilGiornale.it, 6 dicembre

- ROM, VELTRONI A TUTTO CAMPO
Sicurezza – Il sindaco fa il punto su sgomberi e riqualificazione degli insediamenti: "Stiamo lavorando sodo", e polemizza col centrodestra. I villaggi della solidarietà? "Forse non li apriremo". Il questore: "Partono più romeni di quanti ne arrivano"
RomaOne, 6 dicembre

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. aurelio
    25 Febbraio 2008 a 20:28 | #1

    speriamo che vinca veltroni che facia un buon governo per aiutare i nomadi che conferma ferrero ministro politiche sociali.

I commenti sono chiusi.